Deformità del piede; piede valgo abbassato, piede piatto, piede traverso, piede cavo (Parte 2) 2018

Posted on

Non è cosa da poco: la tecnica permette di operare in sicurezza anche pazienti molto anziani o con problemi cardiaci ai quali l’intervento in anestesia generale è sconsigliato.

L’alluce varo è un problema del piede che comporta una deformazione dell’alluce, che appare molto più lontano rispetto alle altre dita del piede. Non di rado l’alluce varo si presenta a seguito di un intervento chirurgico per la correzione dell’alluce valgo. Un alluce lievemente varo potrebbe essere trattato mediante un approccio non chirurgico (cura conservativa), in modo da ridurre il disagio e i sintomi associati alla deformità. Chi è colpito da questa deformità ha spesso anche dolore sotto le dita laterali all’alluce a livello della pianta del piede. In realtà, dopo un intervento di alluce valgo la riabilitazione è molto semplice: camminare seguendo qualche semplice ma importante accorgimento. La riabilitazione dopo un intervento di alluce valgo prevede, nei primi venti giorni, di camminare per piccoli spostamenti in ambiente domestico. L’intervento che deve essere eseguito è la osteotomia del 1° metatarso con tecnica mininvasiva percutanea. Nella foto si vede un alluce valgo deformato (ROSSO) e un alluce operato tre anni fa con la tecnica del dott. La deformità del dito a martello è spesso associata ad altre patologie, tra le quali quella dell’alluce valgo, piede cavo o piede reumatico.

MEDICO ORTOPEDICO CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

  • Tecnica tradizionale (“a cielo aperto”)
  • Tecnica percutanea (mini invasiva)
  • Tecnica mista (percutanea + tradizionale)

L’intervento in chirurgia percutanea per la cura dell’alluce valgo è tecnica operatoria di recente impiego e per ora non molto diffusa.

L’alluce valgo è una deformità che coinvolge il primo dito del piede e che vede alla base della deformità la “varizzazione” del primo metatarso. Indipendentemente dal tipo di patologia, il paziente dopo un intervento di chirurgia percutanea è in grado di camminare immediatamente con un semplice bendaggio ed un’apposita scarpa post-operatoria Deambulazione post-operatoria immediata La frattura dell’alluce è una condizione in cui una delle ossa presenti all’interno del primo dito del piede si rompe a causa di un impatto violento. Per rispondere La riabilitazione migliore dopo un intervento di correzione di alluce valgo è camminare. Sempre dopo 30 giorni dall’intervento si può andare in piscina e in palestra ma sono vietate le attività che sollecitano eccessivamente il piede operato ( corsa, spinning, salti. Pochi mesi o qualche anno dopo l’intervento di correzione di alluce valgo, la dolorosa e antiestetica tumefazione torna a sporgere alla base del primo dito. Ed ovviamente il decorso post operatorio è anche funzione della tecnica utilizzata e di quanto essa risulta invasiva. Per tali motivi il decorso post operatorio dell’alluce valgo presuppone dei tempi di guarigione che sono tipici di quelli di guarigione di una frattura ossea. ALLUCE VALGO Introduzione L’alluce valgo è una delle deformità più frequenti a carico del piede, caratterizzata dalla deviazione all’esterno del primo dito.

CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

  • Artrodesi metatarsofalangea,
  • Osteotomia di Scarf,
  • Osteotomia di Austin,
  • Osteotomia di Percutanea sec. Bosch (P.O.D.),
  • Osteotomia di Reverdin-Green,
  • Osteotomia della Base,
  • Osteotomia Sec.Akin della falange prossimale,
  • Tecnica di Keller.

Quanto più si è disciplinati nel tenere il piede elevato dopo l’operazione, tanto prima si possono riprendere le attività normali.

5° metatarso varo è il corrispettivo dell’alluce valgo sul bordo esterno del piede, con sporgenza del 5 metatarso e deviazione interna del 5 dito. All’origine del dito a martello c’è uno squilibrio tra i muscoli brevi e lunghi delle dita del piede. Pulizia dei calli: l’inspessimento della pelle, sia a livello dorsale del dito, che a livello plantare del piede, sono solo la conseguenza della progressione della deformità. La frattura del piede può verificarsi in una qualsiasi delle ossa delle dita dei piedi. Una frattura o una lussazione può tenere un dito o tutta la punta del piede in rotazione. I calli sono localizzati nella parte superiore delle dita dei piedi, spesso sul secondo, quarto e quinto dito (o mignolo del piede). Dita a martello Le dita a martello si verificano spesso alle persone con l’alluce valgo. Le dita a martello si verificano quando l’articolazione tra le prime due falangi del dito del piede rimane sempre piegata, assumendo una forma “a martello”. La causa principale della formazione di dita a martello sono le scarpe strette.

INSUCCESSI E RECIDIVE CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

  • 1. ALLUCE VALGO = spostamento laterale dell’alluce;
  • 2. METATARSO VARO = spostamento verso l’interno del 1° metatarso.

Le dita ad artiglio nel piede si verificano quando le ultime due articolazioni del dito del piede non si riescono a raddrizzare.

I rimedi per le dita ad artiglio o a martello sono: Dita ad artiglio La chirurgia può essere la cura necessaria se i rimedi precedenti non sono sufficienti. Tra gli errori che si fanno più spesso nel periodo post intervento chirurgico all’alluce valgo c’è quello di camminare a lungo. La chirurgia dell’avampiede è utile ed efficace per trattare difetti del piede e delle dita come Alluce Valgo. O ancora metatarsalgia, dito a martello, dita in griffe, 5° dito varo, alluce rigido. L’alluce valgo è una deformità del primo dito del piede. • Magnan B., Montanari M., Bragantini A., Bartolozzi P.(1997) Il trattamento chirurgico dell’alluce valgo con tecnica mini invasiva percutanea. Oggigiorno è possibile correggere l’alluce valgo ed altre patologie del piede ( dito a martello . Infatti  a seguito di questo intervento, anche se il dito viene mantenuto con una flessione dorsale di 30 gradi, diventa pressoché impossibile utilizzare scarpe con tacco alto! Sotto le dita divaricate si era sviluppata una grave (dolore sotto la pianta del piede) che nessun plantare e nessuna cura podologica potevano curare.

DECORSO POST-OPERATORIO CHIRURGIA PERCUTANEA DEL PIEDE: Cura alluce valgo, dita a martello, neuroma di Morton e metatarsalgia

Consiste nella correzione dell’alluce valgo e delle deformità dell’avampiede ad esso correlate (dita a martello, metatarsalgie, deviazione laterale delle dita, etc.)

Questo caso presenta un alluce valgo con tutte le dita a martello. Alluce valgo e dita a martello – postoperatorio Nella radiografia si vedono anche i mezzi di sintesi utilizzati ossia una vite nel metatarso ed una cambra metallica nella falange. Alluce valgo e dita a martello – terzo controllo Le dita si sono perfettamente raddrizzate. Questo fa capire come certe volte le dita a martello siano il risultato di una sofferenza del piede dovuta ad una appoggio plantare scorretto. Anche l’uso di scarpe molto rigide può impedire la naturale flessione delle dita quando si cammina, perché la muscolatura del piede si indebolisce, facilitando la comparsa di alterazioni. Generalmente è bilaterale, ma può colpire un solo piede, inoltre è facile che sia accompagnato dal secondo o terzo dito a martello. Segue l’appoggio immediato del piede per ricercare, da subito, il corretto approccio fisiologico per il riassestamento del piede, dopo l’operazione dell’alluce valgo. L’alluce valgo è una deformazione del primo dito del piede, che appare deviato lateralmente verso le altre dita, con contemporanea sporgenza mediale del primo osso metatarsale. Questi sintomi possono interessare anche le dita vicine (come quando l’alluce risulta sovrapposto al secondo dito del piede). Si eseguiva intervento di correzione delle dita a martello, veniva posta prognosi di 30 giorni, antibiotico terapia e indicazione alla mobilizzazione delle dita. Adesso cercando in internet altri medici che eseguono l alluce valgo con operazione percutanea mini- invasiva leggo con stupore che dopo 45 giorni si può indossare delle scarpe comode. L’intervento si esegue tramite piccolissime incisioni (veri e propri “buchini” nel caso della tecnica percutanea) ed ha una durata di circa 20 minuti. Operazione alluce valgo tempi di recupero: il tipo di intervento a cui si ricorre più frequentemente è denominato osteotomia (percutanea o a cielo aperto). I radiogrammi del 23/9/2009 consentono di rilevare quanto segue: alluce valgo bilaterale; degenerazione artrosica dell’articolazione metatarso-falangea del II dito piede sn. Con il tempo possono insorgere altri disturbi La deviazione del primo dito può favorire l’insorgenza di deformità a carico delle dita piu esterne (dito a martello). Così come si è già spiegato, per alluce valgo si intende una deformazione del piede caratterizzata da un’esposizione verso l’esterno delle dita. Il dolore, tuttavia, è un sintomo che può colpire non solo l’alluce valgo, ma anche le altre dita del piede e i metatarsi. Le recidive e la comparsa di deformità post-operatorie nella chirurgia percutanea senza sintesi dell’alluce valgo sono fortunatamente un’evenienza assai rara; sono tuttavia possibili come per qualunque altra tecnica chirurgica.