Quali sono le cause scatenanti della patologia dell’alluce valgo? 2018

Posted on

4° Il piede pre-cavo: è caratteristico dell’età adolescenziale durante la quale frequentemente si presentano delle metatarsalgie (dolori al metatarso) durante il movimento che si dissolvono durante il riposo.

Questo spostamento causa un tipico rigonfiamento laterale a livello della testa del primo metatarso. L’angolo tra il metatarso dell’alluce e quello del secondo dito si modifica progressivamente, con spostamento della base dell’alluce verso l’esterno. Nel corso degli anni si possono instaurare anche deformità delle altre dita e forti dolori al piede (metatarsalgie).È del 40% la diffusione dell’alluce valgo nelle donne. Perciò, qualche fattore intrinseco predisponente deve rendere certi piedi più vulnerabili all’effetto della scarpa e parimenti predisporre qualche piede scalzo a sviluppare un alluce valgo. Altri fattori sono il piede piatto, primo metatarso varo, lunghezza del primo metatarso, ipermobilità dell’articolazione metatarso cuneiforme. Dal punto di vista clinico, in presenza di alluce valgo le radiografie mostrano uno scivolamento laterale con basculamento della falange basale dell’alluce intorno alla testa del metatarso. L’alluce valgo può infatti essere curato con un’operazione di chirurgia percutanea mini-invasiva, effettuata presso cliniche specializzate nella cura delle patologie del piede. Per formulare una diagnosi precisa di alluce valgo, che fornisca anche una stima dell’entità della deformazione, sono fondamentali: l’osservazione del piede, l’esame baropodometrico e la radiografia del piede. In base alla gravità della deviazione laterale dell’alluce rispetto al 1° metatarso distinguiamo la deformità lieve (<20°), media (20°-40°) e grave (>40°).

Quando il primo metatarso devia dalla sua posizione originale, si ha ciò che viene chiamato alluce valgo, un problema fastidioso e molto doloroso.

  • Tendenza al ginocchio valgo, con dolore della faccetta rotulea interna del ginocchio;
  • Rigidità delle anche;
  • Accentuazione della curva lombare, associata a lombalgia cronica.

I pazienti solitamente hanno difficoltà nella pronazione del piede, che si traduce in un sollevamento del primo metatarso con abbassamento della volta longitudinale mediale durante il carico.

La prima articolazione metatarso-falangea è quella dove il primo osso lungo del piede (primo metatarso) incontra il primo osso dell’alluce (falange prossimale). L’angolo di valgismo dell’alluce è formato dall’intersezione dell’asse longitudinale della falange prossimale e il primo metatarso. Un alluce valgo lieve si caratterizza per un angolo di valgismo minore di 20 gradi e un angolo I-II metatarso di 11 gradi o meno. Nel paziente affetto da alluce valgo il cardine della deformità è costituito dalla deviazione della testa del primo metatarso, che si sposta esternamente e contemporaneamente verso l’alto. CONSEGUENZE POSTURALI dell’alluce Il primo metatarso spostandosi verso l’esterno del piede diviene anche ipermobile per il contemporaneo allungamento dei suoi legamenti. Il principale problema dato dall’alluce valgo è lo slargamento della testa del primo osso metatarsale, la classica cipolla o bunion del piede. Il disturbo principale lamentato nel piede affetto da valgo di alluce è generalmente dolore in corrispondenza della base dell’alluce, il bunion, ed alla pianta del piede. L’alluce è definito valgo quando l’angolo tra il primo e il secondo metatarso è superiore a 8°. Con il tempo, infatti, l’alluce valgo può comportare lesioni della cute -causate sempre dallo sfregamento -e successive ulcerazioni; alterazioni funzionali del piede (es.

Deformità del piede; piede valgo abbassato, piede piatto, piede traverso, piede cavo

  • Piede ed esame degli arti inferiori
  • Misura ortesi piede o un dispositivo over-the-counter
  • Raccomandazione di calzature appropriate e corretto-montaggio
  • Modifica della Calzatura

L’alluce valgo non è propriamente una patologia, è meglio definibile come un sintomo, un forte dolore in corrispondenza della testa del primo metatarso.

Vi è infatti una sporgenza mediale della testa del primo metatarso, accompagnata da una deviazione laterale e rotazione dell’alluce. Un dolore riferito alla caviglia o al piede può essere un dolore proiettato in rapporto con patologie della regione lombare, dell’anca o del ginocchio omolaterali. Radiografia del pre-operatorio Per la correzione dell’alluce, si è intervenuto come di consueto, ossia con una osteotomia del primo metatarso e un un riposizionamento dei segmenti scheletrici. I sintomi principali sono il dolore, l’arrossamento ed il bruciore a livello della cosiddetta “Cipolla” che anatomicamente rappresenta la testa sporgente ed ingrossata del metatarso deviato. • valgismo della falange prossimale dell’alluce sul 1° metatarso; Le indicazioni alla chirurgia dell’alluce valgo sono pertanto rappresentate dalla deformità ingravescente con squilibrio biomeccanico, dalla metatarsalgia e dall’intolleranza alle calzature. Per l’alluce rigido sono state proposte diverse osteotomie sia a carico del primo metatarso che della falange prossimale del primo dito. L’alluce valgo è una patologia frequente nelle persone e si verifica con un’infiammazione della borsa o nocetta che si trova nel lato interno dell’articolazione. L’alluce valgo è accompagnato da alcune deformità delle altre dita che si adattano alla nuova posizione dell’alluce.

Quali sono le cause scatenanti della patologia dell’alluce valgo?

  • Dolore durante il cammino,
  • Alluce gonfio,
  • Noccetta nella parte superiore del piede,
  • Rigidità verso l’alto o verso il basso.

I sesamoidi sono due piccole ossa rotonde ossa tra l’alluce e il primo metatarso.

È bene chiarire: di norma il primo dito, l’alluce, si articola con il piede grazie allo snodo formato tra il metatarso e la prima falange. Da quí la formazione dell’alluce valgo: l’angolo che il metatarso deviato viene a formare con la falange. L’angolo metatarso-falangeo: l’angolo che si viene a formare tra l’asse longitudinale del primo metatarso e l’asse della prima falange. Oggi tutte le nuove tecniche ortopediche correggono il l’alluce valgo riportando il metatarso in allineamento con la falange e collocandolo nuovamente sui suoi due binari (sesamioidi). Gli effetti riscontrabili sono uno sviluppo del tessuto molle e di una prominenza ossea che è chiamata alluce valgo (un’esostosi nel lato dorsomediale della testa del primo metatarso). L’angolo che si crea tra le linee che sezionano longitudinalmente la falange prossimale e il primo metatarso è conosciuto come l’angolo dell’alluce valgo. PRESENTAZIONE CLINICA In questa deformazione del piede, l’eminenza mediale diventa prominente quando la parte distale del primo metatarso devia medialmente assieme alla falange prossimale. Un problema comune alle persone affette da alluce valgo (prima dell’operazione) sono uno o più disturbi nello schema del passo a causa della deformazione della prima articolazione metatarsofalangea. Viene rimossa una parte della cartilagine articolare del cuneiforme mediale e della base del primo metatarso, che poi vengono fissati tra loro.

Osteotomia Cuneiforme Della Falange Prossimale / del primo metatarso

L’intervento chirurgico che si deve eseguire attualmente per l’Alluce Valgo è la OSTEOTOMIA DEL 1° METATARSO.

La chirurgia ortopedica ha stabilito senza possibilità di dubbio e in maniera definitiva che l’intervento deve essere eseguito spostando il 1° metatarso e non l’alluce. Nella patologia dell’alluce valgo la testa del 1° metatarso si sposta dal contatto naturale e i sesamoidi sono lussati. Il primo metatarso sporge troppo sotto la pianta del piede perché i metatarsi centrali sono stati sollevati e non appoggiano al suolo. Questa tecnica chirurgica viene eseguita in anestesia locale e prevede l’esecuzione di alcuni tagli sull’osso praticati per permettere la correzione della deviazione del metatarso. Questo genere di frattura al sesamoide del piede si traduce in dolore eccessivo alla pianta del piede e precisamente sotto l’articolazione dell’alluce. Le più comuni cause di alluce rigido sono l’ipermetria (Nilsonne) ed una eccessiva elevazione del primo metatarso (Lambrinudi) che comporta una contrattura in flessione dell’articolazione. Il sintomo dolore, durante l’evoluzione sfavorevole della deviazione dell’alluce, si sviluppa anche a carico dei sesamoidi. Si tratta dell’articolazione dell’alluce, tra il metatarso e la sua falange, che sporge. Osservare la calzatura può essere un buon inizio per fare la diagnosi: la tomaia dal lato interno si deforma e prende la forma della sporgenza dell’alluce valgo. Con metatarsalgia intendiamo il dolore a livello delle ossa della pianta del piede (testa dei metatarsi) causato da una alterazione dell’assetto metatarsale. In caso di correzione dell’alluce valgo, per esempio, il sovraccarico del secondo metatarso si risolve completamente e il dolore regredisce.