Rimedi naturali - Ginocchio varo e ginocchio valgo

Posted on

All’origine di questo problema può esserci una condizione di lassità o retrazione della muscolatura della gamba che può deformare l’asse provocando un ginocchio varo o valgo.

Il ginocchio valgo è una deformità anatomica degli arti inferiori, in presenza della quale le ginocchia puntano l’una verso l’altra. Il ginocchio valgo è la deformità anatomica degli arti inferiori opposta al cosiddetto ginocchio varo, in cui le due ginocchia puntano verso l’esterno, ossia ognuna in direzione opposta all’altra. Nei casi peggiori, le gambe a X causano successivamente problemi alle ginocchia e alle anche.La conseguenza delle gambe a X può essere ugualmente un’artrosi dell’articolazione del ginocchio (gonartrosi). Ginocchio valgodeformazione del ginocchio che provoca le cosiddette “gambe a x”, cioè le ginocchia sono unite e i piedi sono separati. Ginocchio varodeformazione dell’asse del ginocchio che provoca l’allargamento della postura delle gambe, cioè i piedi sono vicini e le ginocchia sono separate. GINOCCHIO VALGO(si toccano - cioè gambe a X) O VARO (sono distanti - cioè gambe a ‘parentesi’). Ginocchio ~deformazione dell’asse del ginocchio che provoca l’allargamento della postura delle gambe, cioè i piedi sono vicini e le ginocchia sono separate. 3)    La gonartrosi può anche essere secondaria a uno scorretto allineamento dell’arto inferiore: ginocchio valgo (ginocchia a “X”) o ginocchio varo (ginocchia a “parentesi”). Tra le soluzioni per il ginocchio valgo, l’osteotomia prossimale (alta) della tibia riallinea il ginocchio e aumenta la forza.

Gambe a x: l’alzatacco per gambe a x e ginocchio valgo

  • olecrano subdeltoideo, detta anche “gomito dello studente”
  • Borsite trocanterica
  • radio omerale
  • prerotulea (prepatellare), detta anche “ginocchio della lavandaia”
  • infrapatellare, detta anche “ginocchio del posatore”

[toc title=”Indice:”] Quali sono le cause del ginocchio valgo o come viene spesso definito delle ginocchia ad X secondo la Terapia Manuale?

Le Ginocchia vare o valghe sono una deformità piuttosto comune che può a lungo andare portare all’artrosi del ginocchio. Il ginocchio valgo è la deformità anatomica degli arti inferiori opposta al cosiddetto ginocchio varo, in cui le due ginocchia puntano verso l’esterno, ossia in direzione opposta l’una all’altra. dal latino valgus cioè “storto in fuori” Il ginocchio varo e il ginocchio valgo sono due patologie riconducibili al disallineamento della tibia e del femore. Le deformità che sia in valgo e varo possono formare può portare a gravi complicazioni con la flessione delle gambe e le ginocchia. Una frattura o rottura, nella tibia appena sotto il ginocchio è chiamata frattura prossimale della tibia o frattura del piatto tibiale. L’intervento di osteotomia può anche dare beneficio a pazienti con artrosi monocompartimentale e gambe in apparenza “dritte”. Il tipo più comune di osteotomia eseguito sulle ginocchia artritiche è quello alto-tibiale, che affronta il danno della cartilagine sulla parte interna (mediale) dell’articolazione. Immagini sopra: Sinistro: un adolescente di 16 anni con una malattia ossea (displasia spondilo-metafiso-epifisaria) ed un forte ginocchio varo dei femori e tibie. Le ginocchia valghe sono quindi la norma dopo i due anni e non c’è da allarmarsi se l’aspetto ad “x” delle gambe del bambino persiste nel tempo.

Ginocchio varo e ginocchio valgo

  • Iliaco in apertura
  • Ginocchio in neutra
  • Avvolgimento dell’elica podalica (piede varo)

Le “gambe storte” possono essere anche a forma di “o”, in questo caso le ginocchia non si toccano (ginocchia vare).

Nelle forme asimmetriche la lesione di una parte della cartilagine di accrescimento di un solo ginocchio determina un’asimmetria delle gambe. Egli frequentemente lamenterà dolore a livello dell’emirima mediale in caso di ginocchio varo artrosico, mentre a livello dell’emirima laterale in caso di ginocchio valgo. In presenza di ginocchio varo, oltre al quadricipite, sono maggiormente deficitari i muscoli che costituiscono il cosiddetto comparto esterno del ginocchio: il tensore della fascia lata e il bicipite femorale. Se tale angolo si inverte, quindi si chiude all’interno, si ha la situazione patologica di ginocchio varo (gambe ad “O”). Al contrario in caso di ginocchia valghe, in posizione eretta si osserva un contatto tra le ginocchia con gambe divergenti. - Anca a scatto Dr. Francesco Di Caprio Ginocchio varo o valgo: noti in tuo figlio le così dette gambe a X o a O? Molti bambini, adolescenti e anche adulti soffrono della patologia del ginocchio varo o valgo. Osteotomia tibiale alta nel ginocchio del legamento crociato anteriore carente con angolazione in varo. Nelle forme simmetriche di deviazione in varo o, al contrario in valgo delle ginocchia le cause più comuni in ordine di frequenza sono: Quando e come si deve intervenire

gambe a x gambe valghe gambe vare ginocchio varo intervento chirurgico gambe storte osteotomia

  • ginocchio VARO (ginocchia a parentesi o da calciatore)

Le deformità che possono colpire le ginocchia durante lo sviluppo sono due: ginocchio varo (gambe da fantino o ginocchia a O) e ginocchio valgo (o gambe a X).

BIBLIOGRAFIA Il ginocchio varo è una deformità anatomica degli arti inferiori, in presenza della quale le ginocchia puntano l’una in direzione opposta all’altra. Il ginocchio varo è la deformità anatomica degli arti inferiori, per effetto della quale le due ginocchia puntano verso l’esterno, ossia in direzione opposta l’una all’altra. Il ginocchio varo è la deformità anatomica degli arti inferiori opposta al cosiddetto ginocchio valgo, in cui le due ginocchia puntano verso l’interno, ossia una verso l’altra. Il ginocchio varo tende a essere un problema esclusivamente di natura estetica; se però le ginocchia puntano marcatamente verso l’esterno, la sua presenza può risultare anche sintomatica. I medici ritengono che il ginocchio varo debba essere sottoposto a cure specifiche solo quando è responsabile di una certa sintomatologia e pregiudica fortemente la qualità della vita del portatore. L’intervento di chirurgia per la cura del ginocchio varo consiste in un’operazione di osteotomia femorale. Questo esercizio ottimo per chi soffre di ginocchio varo, può essere svolto anche in assenza della banda fissata al muro. E’ comunque inevitabile a lunga distanza di tempo uno “scollamento” (o mobilizzazione) dei principali componenti della protesi (femorale e tibiale) che provoca dolore al ginocchio protesizzato. In altre parole, chi soffre di ginocchio varo presenta un’angolazione dei femori, che comporta l’anomalo allontanamento delle due ginocchia dal piano sagittale (direzione laterale). Nel linguaggio comune, il ginocchio varo è conosciuto in almeno altri 3 modi, che sono: “ginocchia a O”, “ginocchia ad arco” e “ginocchia a parentesi”. Il ginocchio varo è la deformità anatomica degli arti inferiori opposta al cosiddetto ginocchio valgo, in cui le due ginocchia puntano verso l’interno, ossia nella medesima direzione. La diagnosi di ginocchio varo è immediata e si basa sulla semplice osservazione degli arti inferiori e, in particolare, delle ginocchia. Molti pazienti che si sottopongono ad intervento di osteotomia, necessitano in futuro, dopo 8-10 anni circa, di una protesi di ginocchio. Gli obbiettivi dell’ osteotomia sono: - Trasferire il peso dalla parte artrosica alla parte sana del ginocchio - Correggere l’ allineamento del ginocchio - Prolungare nel tempo la buona funzionalita’ ginocchio. DOPO L’ INTERVENTO Per proteggere il ginocchio durante la consolidazione dell’ osteotomia, viene di solito utilizzata una ginocchiera. CONCLUSIONI L’ osteotomia e’ un intervento indicato per ridurre il dolore e ritardare la progressione dell’ artrosi del ginocchio. Anche se in molti pazienti alla fine sara’ indicato l’ intervento di protesi, l’ osteotomia rimane sempre un ottima procedura che permette di guadagnare tempo in attesa della protesizzazione.