Rimedi naturali - Il piede piatto ed il “piede pronato valgo”

Posted on

Se la volta plantare antero-posteriore è molto bassa o inesistente si parlerà di piede piatto, esistono quattro gradi di piattismo in base alla gravità della deformità.

Il Piede Torto Congenito è una deformità che per frequenza, segue la displasia dell’anca: 1 caso su mille neonati. Per questo motivo in presenza di un piede torto congenito vanno comunque effettuati degli accertamenti clinici e anche radiografici di tutto l’apparato locomotore. Il piede piatto, infatti, può essere conseguenza di uno sviluppo incompleto durante la fase embrionaria: di una particolare lassità delle componenti capsulo-ligamentose del piede o di patologie neurologiche. Esame podoscopico Quadro radiografico di piede piatto La grandissima parte dei piedi piatti infantili va incontro, intorno ai 6-7 anni di età, a correzione spontanea. Ma oggi le scarpe ortopediche sono addirittura bandite (per fortuna) ed ecco cosa ho scoperto sul valgismo (piede piatto). Il piede del bambino è naturalmente piatto alla nascita e quando è piccolo. Nel bambino piccolo il piede piatto è la norma, sia perché il plantare è pieno di grasso sottocutaneo, sia perché i legamenti e la muscolatura del piede sono poco efficienti. Tuttavia bisogna distinguere altre due condizioni che possono essere confuse con il metatarso addotto e che richiedono, al contrario, un diverso approccio terapeutico: il metatarso varo ed il piede obliquo. Per altre forme di piede torto in senso lato (metatarso varo, piede varo, piede talo-valgo, piede reflesso) si rimanda ad altre schede informative.

Il piede piatto ed il “piede pronato valgo”

  • piede piatto calcaneo valgo;
  • piede piatto sinostosico;
  • piede piatto paralitico, etc.

Figura: confronto tra gomito normale, cubito valgo e cubito varo Il piede torto congenito è una deformità del piede presente alla nascita, che ha una eziologia complessa.

Il metatarso varo viene considerato una forma incompleta di piede equino-varo-supinato in cui l’interessamento è limitato all’avampiede. Il più delle volte il piede piatto nel bambino è asintomatico e i bimbi vengono visitati da un ortopedico per patologie concomitanti diverse. Alcuni segnali deboli, non direttamente correlabili al piede piatto, possono essere affaticamento, crampi, episodica zoppia. A volte, il piede piatto può causare deformità in valgismo dell’alluce dando vita al così detto “alluce valgo giovanile”. Parlare con il bimbo e i suoi genitori, osservare l’usura delle sue scarpine e vederlo camminare, sono le quattro testimonianze necessarie a diagnosticare una sindrome pronatoria (piede piatto). La storia del trattamento del piede piatto dei bambini è fatta di plantari correttivi e calzature ortopediche. La gravità del piede piatto valgo viene suddivisa in tre stadi: I stadio: l’arco longitudinale risulta ridotto, ma è ancora presente. Nell’adulto il piede piatto può consentire una vita normale o diventare progressivamente sintomatico: spesso si associa a dolori e stanchezza delle gambe, a mal di schiena. CAUSE: Il metatarso varo si crede possa verificarsi a causa della posizione del bambino all’interno del grembo materno.

Deformità del piede; piede valgo abbassato, piede piatto, piede traverso, piede cavo

  • Favorire il mantenimento di un atteggiamento corretto del piede ed evitare le recidive;
  • Favorire una corretta motilità del piede;
  • Favorire uno sviluppo motorio fisiologico del bambino;

Tra queste ci sono il piede piatto, l’alluce valgo, il piede cavo e, non ultimo, il piede torto congenito, che compare fin dalla nascita.

Consiste nell’appiattimento della volta longitudinale mediale del piede associata alla deviazione del calcagno in valgismo, con un’ incidenza del 15% nei bambini ed un rapporto femmine/maschi di 4:1. In particolare la mediale è quella che viene compromessa più comunemente nel piede piatto ed è formata dalle ossa del calcagno, astragalo, scafoide, cuneiformi e dal primo al terzo metatarso. Nel piede piatto le articolazioni che più frequentemente subiscono alterazioni sono la sottoastragalica (tra astragalo e calcagno) e l’astragalo-scafoidea. Altra alterazione che può associarsi e contribuire alla deformità del piede piatto è lo spostamento laterale, o abduzione, delle ossa dell’avampiede. Il piede piatto indica una determinata conformazione del piede caratterizzata dall’abbassamento o dal completo appiattimento della volta plantare mediale e dalla pronazione associata a valgismo del retropiede. Nel caso in cui ciò non avvenga e la deformità persista, si parla di “piede piatto flessibile”, deformità molto comune in età giovanile. Secondo Ponseti, il trattamento del piede torto congenito può essere intrapreso, se possibile, subito dopo la nascita. Se al contrario, il problema è il piede troppo piatto, si ricorre alla correzione con una vite in materiale riassorbibile che dopo alcuni anni scompare dai tessuti del piede. [ARSocialShare id=1] Il piede piatto valgo è un’alterazione morfologica del piede, caratterizzata da valgismo del retropiede (tendine d’achille verso l’esterno),

  • Piede equino-varo-supinato (70% dei casi)
  • Piede talo-valgo-pronato (10%)
  • Metatarso varo o addotto (15%)
  • Piede piatto-valgo o reflesso (5%)

importanza un trattamento preventivo, infatti il piede piatto è considerato come una malattia della civilizzazione, causata dal camminare sui terreni lisci e duri

bambino affetto da piede piatto, si noterà una deambulazione con le punte dei piedi in dentro sia con la scarpa che a piedi nudi, questo rappresenta il tentativo Nel caso di piede addotto e metatarso varo: contenzione del retropiede in Stabilizzazione neutra o in supinazione e abduzione dell’avampiede con un plantare a 3 punti di appoggio. Caratteristica impronta dell’appoggio del piede in un caso di piede piatto bilaterale. Conseguenze del piede piatto o pronato: il permanente cedimento dell’arco mediale comporta una iper sollecitazione del tendine del Tibiale Posteriore che può infiammarsi (tendinite). La foto mostra che l’effetto dell’intervento di “endortesi” non si limita alla correzione del piede piatto. Nel caso sia presente un metatarso varo congenito, l’arco dovrà invece essere metatarsale. torto è, invece, il piede piatto talo- valgo; molto spesso i genitori portano il Queste scarpe sono molto adatte per me a causa del mio problema: un grave caso di piede piatto come dicono i medici. Proprio io, che ho un marcato piede cavo con in parte evidenti picchi di pressione nell’area della testa del metatarso, sono una persona con cosiddetti piedi problematici. Le forme cliniche piu’ frequenti sono: - Piede equino-varo-addotto-supinato (70% dei casi); - Piede talo-valgo-pronato (10% dei casi); - Metatarso varo (15% dei casi); - Piede piatto valgo o reflesso (5% dei casi). • il Test di sollevamento sulle punte: il paziente con piede piatto in piedi sulle punte corregge parzialmente o addirittura non corregge per nulla il valgismo del calcagno. Sul podoscopio un piede piatto presenta allargamento e medializzazione dell’istmo, sollevamento del profilo laterale, inclinazione esterna del tallone posteriore. Il piede piatto non sempre risponde in maniera costante e prevedibile ai consigli esterocettivi del plantare, poiché questi sono influenzati da età, caratteristiche cliniche e radiografiche, riducibilità, abitudini di vita. In caso di piede piatto grave o dolente che non beneficia del trattamento con plantari entro i 12-13 anni è necessario intervenire chirurgicamente per correggere la deformità. Molto raramente nell’adolescente, quasi sempre nel piede piatto dell’adulto, è necessario invece eseguire interventi più complessi quali osteotomia di calcagno e artrodesi. Nel piede piatto inveterato dell’adulto il rimedio estremo per la correzione di un piede piatto è la fusione dell’articolazione tra astragalo e calcagno.